Ho fatto la focaccia solo per poterla abbinare a questi meravigliosi ciuffetti di cavolo nero.

Sono quasi dei germogli, piccoli e teneri, pieni di gusto che si possono consumare anche in insalata. Dopo averli assaggiati così, vi assicuro che nessuna insalata vi sembrerà altrettanto gustosa.

Questa focaccia con cavolo nero e mozzarella può essere preparata in mille modi ed oggi ve la presento in un paio di varianti. Solitamente la preparo una volta alla settimana visto che la preparazione richiede circa due giorni.
Io preferisco fare un impasto molto morbido che lascio in frigorifero per circa 24 ore, per una lievitazione lenta. Il pomeriggio del secondo giorno, tolgo l’impasto dal frigorifero e lascio che la lievitazione prosegua a temperatura ambiente, fino al raddoppio della propria massa.
Per guarnire questa focaccia ho utilizzato il cavolo nero, della mozzarella a crudo e salame Gran Cru, una combinazione molto fresca e particolarmente indicata per questo periodo, in cui le giornate incominciano ad allungarsi. È ottima consumata anche fredda.

Per la seconda variante è necessario fare una piccola variazione all’impasto: basta aggiungere 100g di farina integrale alle dosi sottoelencate, per avere un impasto più corposo e che tenga meglio il ripieno, utilizzare la seconda serie di ingredienti e godersi questi magnifici sapori.
Buon appetito!

Ingredienti

  • 500 g di farina tipo 1
  • 5 g di lievito di birra
  • 150 ml di latte di riso
  • 1 cucchiaino di miele
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 5 gr. di sale marino
  • salamoia: acqua, olio e sale grosso, timo

Variante 1

  • punte di cavolo nero Bio a modo Mio
  • olio extravergine di oliva
  • mozzarella fior di latte
  • salame gran cru
  • pepe bianco macinato al mulinello

Variante 2

  • 300 g Bietole
  • una manciata di uvetta
  • sale al peperoncino
  • olio extra vergine di oliva
  • una scamorza affumicata

Procedimento

  1. In una ciotola sciogliere il latte con il lievito di birra, inserire la farina setacciata e mescolare con una mano o con un cucchiaio di legno.
  2. Aggiungere il sale, il miele e continuare a mescolare per una 10 di minuti con il cucchiaio, quando avremo un impasto morbido ma senza grumi, aggiungeremo a filo l’olio.
  3. Lasciare coperto a temperatura ambiente fino al raddoppio del suo volume (oppure in frigo 24 ore, per poi procedere portando l’impasto a temperatura ambiente, lasciando riposare di nuovo fino al raddoppio).
  4. Oliare la teglia ed appoggiarvi l’impasto. Lasciare rilassare sulla teglia per qualche minuto.
  5. Infine preparare una salamoia con 3 parti di acqua e una di olio, bagnare i polpastrelli e tirare l’impasto fino a coprire tutta la leccarda. Cospargere di sale e con ulteriore olio di oliva.
  6. Infornare a forno caldissimo 250° per 10 minuti. Essendo una focaccia che si deve mantenere morbida, attenzione a non farla scurire troppo.
  7. Infine una volta estratta dal forno, farcire con fette di mozzarella, fettine di salame e ciuffetti di punte di cavolo, un filo d’olio e pepe bianco macinato al momento.
  8. Alternativa 2: se preferita una focaccia ripiena, dividere l’impasto a metà, inserendolo in una leccarda di diametro 25.
  9. Dopo aver cotto in una padella le bietole per 5 minuti con un cucchiaio d’acqua, tagliarle grossolanamente a coltello, rimetterle in padella con olio e aglio a soffriggere, aggiustare di sale ed aggiungere l’uvetta, precedentemente ammollata.
  10. Stendere le bietole sopra la base della schiacciata, adagiare le fette di scamorza e poggiare la copertura tirandola bene. Fare qualche buco con i rebbi della forchetta, aggiungere del sale, un filo d’olio ed infornare per 20 minuti a 220°.