Nascere cavolfiore, diciamocelo, non è affatto semplice.

Se nasci foglia di cavolfiore il massimo che ti aspetti dalla vita è di essere scaraventata senza rammarico nella pattumiera. Il colore non aiuta, l’odore meno che mai: chi troverebbe vagamente attraente una foglia verdolina dall’aroma improbabile?

Eppure, a volte, succede che una fatina munita di mestolo magico riesca a trasformare in qualcosa di interessante anche le foglioline più irriducibili.

La trasformazione avviene secondo poche regole, ma precise: dopo un bagno purificante si passa a trucco e parrucco, generalmente un bel taglio non si nega a nessuno, poi, è la volta della messa in piega, in forno o in padella.

Il gran finale prevede un cambio d’abito degno di una star: veli di sfoglia, pieghe di frolla, piatti di cristallo e spezie a volontà.

Da mangiare, ovviamente, entro la mezzanotte.

crostata_2

Ingredienti

Per la base:

  • 150 g di farina integrale
  • 80 g di amido di mais

  • semi di chia

  • sale

  • mezzo bicchiere circa di acqua

  • le foglie di un cavolfiore

Per la besciamella di porro:

  • un porro tagliato sottile

  • 40 g di farina integrale

  • 35 g di olio evo

  • mezzo litro di latte di soia non zuccherato

  • mezzo cucchiaino di curcuma

  • una spolverata di noce moscata

crostata_3

Procedimento

  1. Lavare le foglie di cavolfiore Bio a modo Mio e tagliarle a pezzi piccoli. Metterle a bollire in abbondante acqua salata per circa 40 minuti o comunque fino a che non saranno morbide.
  2. Nel frattempo preparare la besciamella: tagliare il porro a fettine molto sottili e farlo appassire nell’olio evo, aggiungere la farina e lavorare con la frusta per non formare grumi.
  3. Lasciar cuocere per qualche minuto continuando a mescolare e poi aggiungere il latte di soia. Mescolare continuamente con la frusta fino a che la besciamella non si addensa. Aggiustare di sale, aggiungere la curcuma e la noce moscata
  4. Preparare la base: setacciare la farina e l’amido di mais: impastare con l’olio e l’acqua per almeno 15 minuti. La pasta deve risultare molto elastica e morbida. Alla fine aggiungere i semi e un pizzico di sale.
  5. Scolare le foglie di cavolfiore e frullarle grossolanamente. Aggiungere le foglie alla besciamella.
  6. Stendere la base (circa 3 mm) e adagiarla in uno stampo a cerniera unto ed infarinato. Versare sopra il composto di cavolfiore e besciamella e decorare con le strisce di pasta come se fosse una crostata. Infornare per 40 minuti a 180°.

crostata_4